domenica 11 settembre 2016

Chi non muore...

Quando ho aperto questo blog, l'ho fatto con l'idea di renderlo un angolo in cui avrei (1) aggiornato i miei lettori sulle questioni relative ai miei libri e (2) chiacchierato di tutto e di più. Un blog, insomma. Per un po' l'ho fatto, ricordate? Bei tempi, almeno per il neurone a capo del blog.
Nell'ultimo periodo non so davvero cosa sia successo, fatto sta che sto utilizzando questo blog solo per le cosiddette "comunicazioni di servizio": il mio prossimo libro esce in data X, ecco la copertina del libro Y, se volete prenotare una copia cliccate qui.
La mia attività di blogger (qualora lo sia mai stata) è andata via via rimpicciolendosi, e onestamente non so perché. Me ne dispiaccio, perché - nonostante la mia presenza sui social - questo angolo è e rimane una delle mie case preferite.
Sicuramente questo senso di colpa - Ale, sei pessima, 300 persone seguono il tuo blog e tu non posti mai un cazzo - è tutto nella mia testa. Probabilmente non frega niente a nessuno dei miei post, ma vabbè. Ci tenevo a dirvi che mi sento una merdina per i periodi di assenza interrotti solo da "comunicazioni di servizio".

Mi auguro che questa estate sia stata piena di belle cose per tutti voi. La mia è stata altalenante, soprattutto per quanto riguarda la salute e la scrittura.
Dopo diverse settimane di dolori "inspiegabili" e sintomi "strani", ho scoperto di avere una tendinopatia all'adduttore della coscia sinistra. Niente di relativamente grave, ma è una rogna. Mi auguro di riuscire a recuperare bene, anche perché non vado a correre da giugno, e la mia psiche comincia a risentirne. Quella, e il culone, a cui serve poco per lievitare come un panettone.

Ma veniamo alle faccende relative alla scrittura.
A maggio, dopo la pubblicazione de Le notti di Seth, ho ripreso tra le mani un libro con cui combatto da novembre del 2014. Si tratta di una storia molto personale, completamente diversa da tutto quello che ho pubblicato finora. Per queste ragioni ho usato e uso il verbo combattere. Scrivere questo libro è stato doloroso, revisionarlo lo è stato ancora di più. Dal 2014 mi sono ritrovata più volte sul punto di dire 'Ok, la storia è pronta: posso condividerla con il mondo', ma alla fine non ce l'ho fatta. All'inizio mi dicevo che rimandavo perché dovevo apportare qualche modifica, o perché non volevo 'interrompere' la pubblicazione della serie romance, ma la realtà - una realtà con cui ho fatto i conti questa estate - è diversa. Il motivo per cui non riesco a pubblicare questo libro è che in questo libro manca il mio protagonista preferito, ovvero l'Amore. Ho scritto, per la prima volta dal 2008, una storia in cui non c'è Amore, e so che ciò a qualcuno potrà sembrare incomprensibile, ma è per questo che non sono capace di pubblicarla.
E non parlo di Amore in termini di 'lieto fine, sbaciucchiamenti, blablabla'. Parlo di Amore nel senso più ampio possibile. Ogni pagina del libro è intrisa di buio, di dolore. E anche se sono convinta che la mia storia meriti di essere letta, continuo ad essere restia all'idea di condividerla.
Questa estate ho ammesso a me stessa "Ale, hai scritto un libro privo di Speranza, di Redenzione, di Cambiamento, e di Amore: ecco perché non lo pubblichi". Non è stato semplice ammetterlo, e non solo per una questione professionale/creativa: questa storia è estremamente autobiografica. Probabilmente è anche per questo che ci combatto da quasi due anni.

Avevo intenzione di pubblicare Libera (questo è il titolo del libro) alla fine di settembre, ma ancora una volta mi trovo a dover riporre la storia in un cassetto. So che un giorno potrete leggerla, so che prima o poi supererò questo blocco, ma per ora non se ne parla.

Avrei potuto continuare a tacere in merito a Libera, ma crescere vuol dire anche aprirsi, e chissà, magari parlandone pubblicamente riuscirò a lanciare il cuore oltre l'ostacolo anche stavolta. Lo spero proprio.

In questo momento sto lavorando al quarto libro della serie Nel cuore di New York, ovvero alla storia di Audrey, l'amica di Laura e Thea.
Come ho già avuto modo di dire, questa sarà una storia difficile da scrivere. "Che fai, quando l'amore della tua vita non è più l'amore della tua vita?" è la domanda da cui inizia la vicenda di Audrey. Personalmente, mi sento molto legata a lei e alla sua storia. Spero davvero che Audrey vi conquisti, e che la conclusione di questa serie vi piaccia così come sta piacendo a me scriverla.
Vorrei dirvi di più in merito alla storia, ma non ho ancora buttato giù una sinossi completa, quindi vi lascio ad immaginare :D

Nel cuore di New York terminerà con la storia di Audrey, ma - per una ragione di cui non posso ancora parlare (fidatevi del neurone) - dopo la pubblicazione di quel libro scriverò altre due storie ambientate nella Grande Mela: una sarà narrata da Charlie, protagonista de Le notti di Seth, e l'altra sarà narrata da Mordecai, il protagonista maschile de La favola di Thea.
Non posso dirvi molto in merito alle loro storie. Se lo facessi, pregiudicherei la lettura della storia di Audrey.

A partire da domani mi eclisserò come al mio solito per dedicarmi completamente alla scrittura. Niente social, niente post, niente di niente. (Se avete bisogno di contattarmi, fatelo via e-mail, ad alessiaessescriveATgmailDOTcom)

Leggerete la storia di Audrey entro marzo 2017. In questo momento non posso darvi una data più precisa, ma non appena ne avrò una sarete i primi a saperlo. Promesso.

E siccome non mi va di continuare a chiamarla "la storia di Audrey", eccovi titolo e cover provvisoria del mio prossimo libro:




L'AMORE DI AUDREY è un titolo meraviglioso, per una storia meravigliosa.
E se lo dico io che sono l'autrice potete crederci, giusto? ;)

L'amore di Audrey (Nel cuore di New York #4) sarà, come tutti quelli che l'hanno preceduto, un romanzo autoconclusivo. Se siete su Goodreads, potete già aggiungerlo alle cose da leggere.

Mi auguro che non abbiate sbadigliato molto durante la lettura di questo post.
Grazie per essere arrivati fin qui, e per tutto l'affetto che dimostrate quotidianamente a me e ai miei libri. 

martedì 14 giugno 2016

Un'altra verità.

Ciao a tutti.
Ho appena ordinato le copie de LE NOTTI DI SETH alla stamperia. Salvo imprevisti, riceverò i libri entro il 30 giugno. Come ogni volta, non appena avrò le copie provvederò a spedirle. (Credo che anche stavolta mi presenterò all'ufficio postale nei giorni delle pensioni. Posso già sentire le maledizioni delle nonnine e dei nonnini in fila.) Come ho già detto più volte, le copie saranno personalizzate, e includeranno un segnalibro e un capitolo extra narrato da Audrey. Ciò che non vi ho mai detto è che LE NOTTI DI SETH non sarà l'unico libro che troverete nella busta. Quando ho pubblicato i libri di questa serie su Amazon, molti mi hanno chiesto: "Ale, sarà possibile acquistare da te il cartaceo de Il desiderio di Violet? La novella su Amazon ha un formato e una copertina diversi rispetto ai libri che già possiedo." In questi mesi ho fatto la vaga, dicendo che avrei dovuto pensarci e che non sapevo se avrei prodotto mai un'edizione simile, in formato e copertina, ai libri "speciali" già pubblicati.
Ho fatto la vaga perché sono sadica, qualora qualcuno se lo stia chiedendo.
La verità è che chi ha acquistato LE NOTTI DI SETH riceverà in regalo anche IL DESIDERIO DI VIOLET. Ho deciso fin da quando ne ho parlato la prima volta che la novella cartacea sarebbe stata un regalo, e che l'avrei prodotta alla prima occasione disponibile. Il formato, 15x21, è identico a quello dei libri 'speciali' che già possedete. Le pagine sono 101. La novella sarà personalizzata, e l'intera copertina è qui sotto, assieme a quella del libro di Seth.
Ho ordinato qualche copia in più de LE NOTTI DI SETH e de IL DESIDERIO DI VIOLET. Saranno messe in palio nei giveaway.
Terrò da parte UNA copia de Le notti di Seth per chi vorrà acquistarla. Come tutte le altre, arriverà insieme a Il desiderio di Violet. (Per info al riguardo, potete contattarmi in privato, scrivendo ad alessiaessescrive@gmail.com)

Le notti di Seth continua ad essere disponibile in formato e-book su Amazon e Kobo, e tra qualche giorno arriverà in edizione cartacea anche su Amazon, BookDepository, InMondadori e tanti altri store online.
Grazie per la pazienza, e per tutto l'affetto che state dimostrando nei confronti di questa serie.




venerdì 10 giugno 2016

NEL CUORE DI NEW YORK - BLOGTOUR

Buongiorno a tutti!

Dalle mie parti l'estate è già arrivata. Da voi? Siete ancora alle prese con la sessione estiva?
Se il caldo e gli esami vi attanagliano (ma anche se così non è), posso suggerirvi di leggere questo post? Contiene un annuncio che vi piacerà.

Dal 16 giugno, infatti, prenderà il via un blogtour dedicato interamente ai libri che compongono la mia serie Nel cuore di New York. Sei tappe con cui potrete conoscere i protagonisti, approfondire ogni storia come non è mai stato fatto finora, leggere una mia intervista, e vincere tutti i libri che compongono la serie.

Questo blogtour è nato grazie all'iniziativa di Leryn di Libera Tra I Libri e alla collaborazione di tutte le meravigliose blogger che parteciperanno. Insieme hanno organizzato le tappe e i contenuti. Io non ho fatto altro che ammirare le loro capacità organizzative con questa faccia



Il blogtour conta sei tappe, dicevo, e prevede un giveaway con cui DUE vincitori potranno portare a casa due set di premi, incluse una copia 'speciale' de Le notti di Seth e de La favola di Thea. Vi consiglio di seguire ogni tappa a partire dal 16/06, per ricevere tutte le info relative al giveaway.

Cosa sarebbe un blogtour senza un bel banner?


Dite che secondo voi servirebbe anche un calendario con l'elenco delle tappe?
Abbiamo anche quello.


Giusy di Divoratori di Libri ha creato sia il banner che il calendario, e in entrambi i casi il suo lavoro è stato strepitoso. Grazie, Giusy!
(Detto tra noi: ma quanto sono belli i maschioni sulle copertine???)

Se non seguite ancora questi blog, vi invito a farlo fin da adesso. I luoghi in cui è possibile chiacchierare di libri non sono mai abbastanza! 
Ecco il calendario del tour comprensivo di link:




Ricapitolando, dunque:
- sei tappe
- un giveaway con due vincitori e taaaanti libri in palio, fra cui Le notti di Seth e La favola di Thea in edizione "speciale"
- un'opportunità per conoscere dettagli e dietro le quinte di ogni libro che compone la serie
- un giveaway con DUE vincitori... l'ho già detto?

Il blogtour di Nel cuore di New York inizia giovedì 16. Si tratta di un'occasione unica: diffondetela e partecipate!

Susi, Leryn, Maria Cristina, Silvia, Giusy e Rosa: GRAZIE per il vostro lavoro e per il vostro supporto. 

lunedì 23 maggio 2016

La verità.

Alla fine di questo post sarete così


oppure così


In ogni caso, spero che continuiate a volermi bene, come io voglio bene a voi.

Quando ho iniziato a scrivere i primi capitoli de Le notti di Seth ero al mare, sotto l’ombrellone. Mentre raccoglievo su carta idee e dialoghi, sapevo che la scrittura di questo libro sarebbe stata diversa e speciale. Diversa, perché per la prima volta (tenendo da parte le fan fiction) avrei scritto una storia narrata da un uomo. Speciale, perché per la prima volta avrei cercato di raccontare una storia d’amore tra due uomini.
Volevo, dunque, che tutto fosse perfetto. La perfezione è qualcosa che ricerco sempre, per ogni libro, ma stavolta non si trattava solo di questo. Stavolta avevo bisogno che tutto andasse nel modo giusto, a partire dalla fase di scrittura.
Così ho fatto quello che ogni scrittore fa in questi casi: mi sono isolata. Per due mesi ho limitato la mia presenza online al minimo storico, e sono uscita di casa per un’ora al giorno, a volte anche meno. Alla fine dei due mesi, avevo tra le mani un buon libro, ma non un libro perfetto (perfetto per me, ovviamente). Accade ogni volta, in verità, ed è a questo che servono le revisioni: a trasformare un buon libro in un libro perfetto.
Di solito, prima di intraprendere le revisioni, comunico ai lettori la data di pubblicazione. L’ho fatto anche stavolta, scrivendo un post in data 1 aprile.
Se mi conoscete un po’, sapete che io adoro i pesci d’aprile. Mi piace farli, mi piace esserne vittima. Mi divertono da sempre, e ogni anno non vedo l’ora di farli e riceverli.
Quest’anno ho deciso di farne di nuovo uno ai miei lettori. Ho annunciato, come data di pubblicazione per Le notti di Seth, il 2 novembre. L’ho fatto perché mi piacciono i pesci d’aprile, e anche per un’altra ragione, relativamente più importante, che riguarda il libro.
La storia di Seth è diversa e speciale sia da un punto di vista oggettivo, che personale. Fino all’ultimo, ho fatto ricerche, riscritto capitoli, e riflettuto a lungo sulle decisioni prese in merito ai personaggi. Ho sentito il bisogno di tenere con me la storia il più a lungo possibile, prima di aprirmi con i lettori. E per me, la prima apertura riguarda la comunicazione della data di pubblicazione.
Ho scelto una data falsa, dunque, il 2 novembre, e devo ammettere che qualcuno di voi ha subito pensato che si trattasse di un pesce d’aprile. Ho negato allora, e ho continuato a farlo sia perché sono una stronza sadica, sia perché ho sentito il bisogno di tenere la storia di Seth con me il più a lungo possibile, per assicurarmi che tutto andasse nel modo giusto.

Le notti di Seth non uscirà il 2 novembre.

Le notti di Seth è disponibile da oggi. 


Su Amazon il libro è già online in formato e-book; su Kobo servirà qualche ora in più. Non appena il libro apparirà anche su quella piattaforma, lo comunicherò sia sul blog che tramite i social.
Le notti di Seth è disponibile anche su Kobo.

Da oggi potete anche iniziare ad acquistare le copie cartacee ‘speciali’, sulla pagina che ho aperto per l’occasione. La copia ‘speciale’ vi arriverà a casa con un segnalibro, una dedica personalizzata e un capitolo extra, che non troverete altrove. Il formato è 15x21, le pagine saranno circa 330, e la copertina sarà identica a quella dell'e-book. Se acquistate il cartaceo 'speciale', potete ricevere gratuitamente anche l'e-book. Sulla pagina che ho linkato poco fa trovate tutte le info al riguardo.

Le notti di Seth avrà anche una copia cartacea disponibile su Amazon. Sarà disponibile dalla fine di giugno, e avrà una copertina e un formato diversi rispetto all'edizione ‘speciale’. Qui trovate tutte le info relative alle diverse edizioni e alle copertine.

Ai blogger: vi avevo detto che a fine mese avrei iniziato ad inviare le copie utili per le recensioni, giusto? Tenete d'occhio la posta elettronica nei prossimi giorni: l'avvocato Wilkinson sta per farvi visita. Se non avete ancora inviato la richiesta di lettura, sappiate che potete ancora farlo con questo modulo

Mi sento in colpa per avervi dato una falsa data di pubblicazione. Vi chiedo scusa. Prometto che i prossimi pesci d’aprile non saranno così esageratamente stronzi e lunghi.



Grazie fin da ora a chi leggerà Le notti di Seth. Spero che questa storia diversa e speciale vi piaccia come piace a me. 

Se avete domande o dubbi, lasciate pure un commento, o scrivetemi ad alessiaessescrive@gmail.com

A presto!
Ale

sabato 7 maggio 2016

Buon compleanno, Baguette!

Ciao a tutti!
Nel mio ultimo post ho salutato internet per concentrarmi sulla scrittura, e oggi posso dirvi che la cavernizzazione ha avuto successo. Le notti di Seth è stato scritto, riscritto, corretto, riscritto, ri-corretto, e ri-riscritto.
Non vedo l'ora che voi possiate leggere questa storia, e adorarla come io l'adoro.

Oggi sono qui anche per un'altra ragione. Come molti di voi sanno, infatti, il 7 maggio, nel mondo di Lilac, ricorre il compleanno di Margot Riford, a.k.a. Baguette. Creare questo personaggio è stata una gioia per me, dal primo capitolo di Perfetto all'ultimo di Infinito. Baguette è l'amica che avrei voluto avere crescendo, e quando penso a lei sento sempre un pizzico di nostalgia, perché mi manca darle voce a tempo pieno.
So che la migliore amica di Lilac è la preferita di tanti lettori, e anche per questo ho deciso di festeggiare il suo compleanno riaprendo la cartella 'Lilac' che ho sul pc e scrivendo un nuovo capitolo.
Mi auguro che ritornare nel mondo di Lilac possa farvi piacere. A me è piaciuto molto tornare a dedicare del tempo a questi personaggi.

ATTENZIONE: Se non avete letto l'epilogo di Infinito (La trilogia di Lilac #3), quello che segue rappresenta un gigantesco spoiler. Continuate a vostro rischio e pericolo.